cerca

Il Viminale inquisitore, proprio no

5 Giugno 2019 alle 23:09

Legittimo che Salvini critichi le esondazioni dei giudici. Ma niente dossier

Le iniziative para-istituzionali di Matteo Salvini per contrastare i magistrati che emettono sentenze che non condivide sono sul filo della legittimità costituzionale, e probabilmente lo valicano. Sul merito delle vicende si può discutere: Luciana Breggia, giudice del tribunale di Firenze, aveva ordinato l’iscrizione all’anagrafe di immigrati che il Viminale ritiene irregolari, il Tar di Firenze ha bloccato l’istituzione della “zona rossa” per la sicurezza. C’è insomma una resistenza ad applicare norme emanate dal governo che nasce da un’interpretazione davvero estensiva...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

3

06/06/2019

Articolo Successivo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi