cerca

Che D-day globalista

5 Giugno 2019 alle 23:09

Roma. E’ molto probabile che lo sbarco in Normandia di settantacinque anni fa metta un senso di disagio addosso ai propagandisti del sovranismo di oggi. C’era un’armata molto globalista e multinazionale schierata nel canale della Manica, pronta a invadere per stabilire un nuovo ordine mondiale. C’era un impulso idealista, l’idea che non si poteva continuare a tollerare gli eventi. C’era il partito democratico americano, che aveva deciso di portare l’America in guerra in Europa – anche se in fondo era...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

1

06/06/2019

Articolo Successivo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi