La spada dei dittatoriPerché il web piace ai regimi

9

04/06/2019

Era l’inizio di marzo del 2000 quando Bill Clinton, all’epoca presidente degli Stati Uniti, annunciava l’arrivo di un’èra in cui internet avrebbe incarnato il trionfo della libertà in tutto il mondo. “Good luck”, augurava sarcastico l’inquilino della Casa Bianca alla nomenklatura cinese, i cui sforzi per controllare internet sarebbero stati vani come il tentativo di “fissare al muro un budino di gelatina Jell-O”. Erano quelli gli anni in cui sembrava ineluttabile l’avverarsi della profezia di Francis Fukuyama sulla fine della...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.