cerca

Israele al voto. Bibi cade sui “timorati” decisivi nel futuro ebraico

30 Maggio 2019 alle 23:11

Netanyahu rompe con Lieberman sugli ultraortodossi. “Fra qualche anno avremo un primo ministro con la kippah”

Roma. La popolazione di Israele raggiungerà i 20 milioni di abitanti nel 2065. Una crescita demografica senza uguali fra i paesi occidentali. Di quei 20 milioni, un terzo sarà composto da ebrei ortodossi. E su questi è appena caduto il nuovo, mai nato, governo di Benjamin Netanyahu. Israele dunque torna a votare il 17 settembre, dopo che il partito nazionalista e laico “Israel Beitenu”, guidato dall’ex ministro della Difesa Avigdor Lieberman, si era detto contrario a un accordo di Bibi...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

3

31/05/2019

Articolo Successivo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi