Salvini dice di non volerlo ma intanto la Lega già si prepara al voto anticipato

Conte da Mattarella. E poi?

Reporter:

Valerio Valentini

1

30/05/2019

Roma. Potrà arrivare come esito inevitabile, come una palla sul piano inclinato che nessuno riesce più a fermare. Potrà arrivare, questa crisi di governo mille volte evocata, senza che però nessuno dei due capi ne abbia la voglia davvero. “Se non riusciamo a lavorare, se dobbiamo stare qui a sentirci dire solo dei ‘no’, allora ne trarremo le conseguenze”, dice Matteo Salvini ai suoi parlamentari convocati a Montecitorio all’ora di pranzo. E quel tono apparentemente ultimativo, però, subito si stempera...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.