cerca

IL RITORNO DI SIRI

29 Maggio 2019 alle 23:10

Roma. Quando gli si chiede se è contento, di essere stato accolto di nuovo tra le braccia del capo, lui subito precisa: “Matteo non mi ha mai mandato via”. Armando Siri lo dice con una punta d’orgoglio, spiega che “non c’è stata alcuna riabilitazione, non ce n’era bisogno”. E però, in effetti, a un certo punto sembrava davvero che Salvini lo avesse scaricato, sacrificato sull’altare dell’alleanza di governo gialloverde. “Ma quando mai”, sorride lui. “Con Matteo ci siamo sentiti quasi...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

1

30/05/2019

Articolo Successivo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi