Le mani di Salvini sulla Difesa, mentre cresce il partito “Giorgetti premier”

Reporter:

Valerio Valentini

4

24/05/2019

Roma. La versione ufficiale vuole che di rimpasto manco si parli. “Roba da Prima Repubblica che non c’interessa”, dice, liquidatorio, Giancarlo Giorgetti, che in cuor suo confida ancora di riuscire a convincere Matteo Salvini della necessità di far saltare il tavolo dopo il voto di domenica, e sempre più va convincendo se stesso dell’opportunità di assumersi – ma a patto che il tutto passi per nuove elezioni da tenersi a fine settembre – la responsabilità di fare il premier. E...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.