Nella Rai sovranista l’unica idea chiara è cosa censurare, per il resto buio pesto

Luciano Capone

Reporter:

Luciano Capone

2

21/05/2019

Roma. Il problema della nuova Rai non è tanto la chiusura di programmi indigesti, ma cosa metterci al loro posto. Perché è facile individuare cosa non piace, cosa va eliminato, i conduttori “buonisti” e le trasmissioni della sinistra “radical chic” ad esempio. Ma per sostituire format e personaggi televisivi che fanno ascolti bisogna avere idee e trovare nuovi volti capaci di rappresentarle. E’ forse questo ciò che distingue la censura dal cambiamento: il successo di ciò che viene dopo. Lavorare...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.