Orlando ci spiega perché il M5s è “di destra come la Lega”

Il vicesegretario del Pd: “Non dobbiamo inseguire Macron ma farlo avvicinare, insieme ad altri, al Pse”

Reporter:

David Allegranti

3

16/05/2019

Roma. “Il M5s a inizio legislatura era polimorfo, adesso si è collocato su posizioni di destra; per questo qualsiasi tipo di dialogo, oggi e in prospettiva, mi pare difficile immaginarlo. Specie se continuano nella loro strategia di subalternità alla Lega”. Andrea Orlando, vicesegretario del Pd, non vede possibilità di incontro fra i Cinque stelle e il partito di Nicola Zingaretti. Anche perché il M5s “in Europa si è collocato in un sistema di alleanze pienamente sovraniste e ha condiviso politiche...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.