Le edicole spariscono, ma a Borgo Pio ce n’è una da sballo

Si chiama Erno, “Edicola romana non ordinaria”. Panchina, quotidiani, riviste coltissime. Quattro soci e un sogno

7

16/05/2019

Roma. “Un’edicola? Ma siete pazzi? Come vi viene in mente?”. Questa la reazione di amici e conoscenti davanti all’idea di quattro trentenni, o giù di lì, di rilevare un chiosco di giornali chiuso da sette anni e rilanciarlo. In un mondo dove al di sotto dei quarant’anni quasi più nessuno acquista quotidiani e ci s’informa solo sul web. L’intuizione, però, era di realizzare qualcosa che non c’era, un’edicola alternativa. Si chiama Erno, acronimo di “edicola romana non ordinaria”. Il nome...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.