La Tangentopoli che non c’è e di cui Milano non ha nessuna voglia

Maurizio Crippa

Reporter:

Maurizio Crippa

6

16/05/2019

A colpo d’occhio, quel che finora manca (e per fortuna) nella presunta “nuova Tangentopoli” milanese è la ferocia di piazza, della “ggente”. Nessuno assedia coi forconi il Palazzo, nessuno fa il tifo fuori dal Tribunale. Forse, banalmente, è il segnale di due cose: i lombardi non imputano alla politica colpe per un “sistema” di governo che non sembra funzionare poi tanto male. E più che altro, sono consapevoli che il sistema corruttivo dei partiti non c’è più, o non determina,...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.