Sessanta professori contro le politiche fiscali del governo: l’irresponsabilità non ha colore politico

Il governo Conte ha promesso nuove entrate fiscali per circa 52 miliardi tra il 2020 e il 2021 senza chiarire le fonti di entrata. Il problema per le prossime generazioni

6

15/05/2019

Al direttore - Nel Documento di Economia e Finanza, il governo Conte ha promesso nuove entrate fiscali per circa 52 miliardi tra il 2020 e il 2021. Queste entrate non sono solo necessarie per compensare i disavanzi contratti durante la recessione del 2008-2013, il rallentamento della crescita e l’aumento dei tassi d’interesse, ma anche per finanziare nuove spese, come il Reddito di Cittadinanza e “Quota 100” che, secondo il Def, incrementano le prestazioni sociali di oltre 48 miliardi dal 2020...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.