Preghiera

2

15/05/2019

Sia lodato Romolo Bugaro perché ogni suo romanzo conferma Matteo 5,25 e Corinzi 6,1-7, la dissuasione cristiana delle cause giudiziarie. Ogni suo romanzo compreso quest’ultimo, “Non c’è stata nessuna battaglia” (Marsilio), dove abbondano al contempo sentimento e ragione: da una parte la nostalgia di una compagnia di amici che tra Padova e il mondo vivono l’intera parabola esistenziale attraversati da una “corrente di desiderio e speranza e delusione”, dall’altro la saggezza di un autore, ineguagliato osservatore di decadenze e cadute,...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.