Dalle contadine polacche a Mahmood. L’Eurovision è uno scontro di civiltà

Reporter:

Simonetta Sciandivasci

2

15/05/2019

N etta Barzilai, vincitrice dello scorso anno, ha detto che l’Eurovision è “un festival di luce” e che chi boicotta la luce “sta diffondendo le tenebre”. Molto Game of Thrones. Un conto è mettere bandiere nei cuori (la V di Eurovision è sempre un cuore con dentro la bandiera del paese che lo ospita, che quest’anno è Israele), un altro è farli battere. Sul sito del BDS, il “movimento per il boicottaggio di Israele”, quella stessa V è un cuore...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.