Lo spread della realtà. Perché la Lega ha un guaio grosso con gli agricoltori

Il differenziale a quota 276

Alberto Brambilla

Reporter:

Alberto Brambilla

1

14/05/2019

Roma. La stagnazione economica autoindotta dall’inconcludenza del governo gialloverde non è una preoccupazione soltanto per gli industriali ma comincia a mettere in subbuglio anche l’agricoltura. Il settore non ha ricevuto né la protezione, propagandata da Matteo Salvini, né l’assistenza che sperava. “Non mi preoccupo dello spread ma degli agricoltori”, diceva Salvini a ottobre scorso dal Villaggio della Coldiretti, l’associazione dei coltivatori diretti che rappresenta circa un milione e mezzo di iscritti. Lo spread, inteso come indicatore del rischio paese da...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.