E poi tutti gli dissero #Metoo

Ma perché uno che ha la fortuna di essere Woody Allen sogna di essere Ingmar Bergman? I molti alti e molti bassi di una carriera da comico innamorato delle tragedie

Reporter:

Mariarosa Mancuso

8

10/05/2019

S uccesso raggiunto quando i coetanei non hanno ancora deciso cosa faranno da grandi, risultati al botteghino più che rispettabili, un personaggio riconoscibile che va in scena senza passare dal costumista, vestito come nella vita: camicia a scacchi su pantaloni sformati, occhiali-icona con montatura nera. E il controllo totale sui suoi film, che Woody Allen continua a scrivere a mano, preferibilmente stando sdraiato sul letto. Cosa può fare a questo punto un genio della comicità? Decide che il tragico è...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.