L’ARTE SEGREGATA Metti la Gioconda in una gabbia Il paese col più grande patrimonio artistico preferisce quasi nasconderlo. Dietro le difficoltà a esportare, vendere e mostrare opere italiane ci sono leggi antiquate che deprimono l’economia della cultura

Alberto Brambilla

Reporter:

Alberto Brambilla

6

08/05/2019

A cinquecento anni dalla morte di Leonardo Da Vinci Francia e Italia si beccano ancora sulla “paternità” del genio. Puntuali sono tornate in voga rivendicazioni nazionalistiche sulla “proprietà” della Monna Lisa, esposta al Louvre, in occasione delle celebrazioni per il maestro del Rinascimento durante la visita del presidente della Repubblica Sergio Mattarella all’Eliseo da Emmanuel Macron il 2 maggio. E’ interessante provare a immaginare un corso diverso della storia. La Gioconda è ancora in Italia, vicino alla casa natale del...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.