cerca

Poche liste, molte faide. Il voto locale per il M5s è un brutto guaio

3 Maggio 2019 alle 15:58

Roma. I numeri, già da soli, dicono molto: sono appena 285 le liste locali del M5s per le amministrative di fine maggio, a fronte di 3.793 comuni chiamati alle urne. Poco più del 7 per cento. La metà, cioè, rispetto a cinque anni fa, quando si votò in 4.098 comuni e i grillini riuscirono a presentare 582 liste. I numeri dicono molto dello sfarinamento del primo partito italiano sul territorio, della disillusione di militanti e attivisti per un movimento che...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

3

25/04/2019

Articolo Successivo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi