cerca

L’umanesimo quasi estinto di cui Mario Andrea Rigoni è un maestro indiscusso

3 Maggio 2019 alle 15:58

N on conosco bene Mario Andrea Rigoni, ma credo di sapere da cosa dipende la simpatia istintiva che ho provato per lui durante i nostri pochi dialoghi, e che presto è diventata altrettanto forte della stima in cui tengo lo studioso e lo scrittore. Malgrado la carriera universitaria, e i riconoscimenti editoriali o mondani, in Rigoni un’erudizione rara convive con un grado di machiavellismo sorprendentemente basso. Le sue richieste d’attenzione sono perfino ingenue – timide come il suo sguardo un...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

2

25/04/2019

Articolo Successivo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi