Lo striscione ultrà per il Duce era disgustoso, ma il carattere democratico dell’antifascismo non va confuso con un manipolatorio reducismo

Giuliano Ferrara

Reporter:

Giuliano Ferrara

1

26/04/2019

L o striscione ultrà in onore di Mussolini era grottesco, e in più era disgustoso. Ma la sola idea di una persecuzione in giudizio per “associazione a delinquere” di quei tifosi indementiti dalla formidabile tradizione razzista e fascista della Società Sportiva Lazio, la Ss Lazio (nomen omen), è anch’essa grottesca. La celebrazione della festa della Liberazione, settantaquattro anni dopo, aveva bisogno di intelligenza, creatività libera, rigore istituzionale, e un palpitare primaverile del cuore per simboli e realtà di un giorno...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.