La Lega non perdona

Reporter:

Rocco Todero

2

03/05/2019

Roma. Annunciato da un comunicato stampa della presidenza del Consiglio dei ministri il 5 aprile scorso, il decreto crescita ha visto la luce in Gazzetta ufficiale solo 26 giorni dopo, nonostante la Costituzione e la legge n. 400/1988 dispongano che l’atto avente forza di legge adottato dal governo debba contenere misure d’immediata applicazione e necessiti di tempestiva pubblicazione, senza ulteriori adempimenti. La lettura del provvedimento, che adesso deve passare all’esame d’entrambe le Camere per la necessaria conversione, consente di svelare...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.