Un Foglio internazionale Lo Stato islamico è come l’herpes

Può essere contenuto ma non curato. Il male è l’ideologia Scrive il New York Times (25/3)

6

15/04/2019

Quattro anni fa, un simpatizzante dello Stato islamico mi disse che il califfato era più resiliente di quanto non si credesse, e che sarebbe sopravvissuto alla perdita quasi totale di controllo del territorio”. Così ha scritto Graeme Wood sul New York Times. “‘Fintanto che vi è una strada in un villaggio dove il califfato impone la legge islamica’, mi disse, ‘il dawla sarà considerato legittimo’ (‘Dawla’ significa stato, in arabo). Tutti i musulmani sarebbero stati obbligati a recarvisi, mi disse...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.