Sultani e conformisti

Giulio Meotti

Reporter:

Giulio Meotti

1

04/04/2019

Roma. Da ieri, nel Brunei, gay e “adulteri” rischiano la lapidazione. Il piccolo regno islamico, fra i massimi produttori al mondo di gas liquido, ha introdotto la pena coranica basata sulla sharia. E’ una direttiva del sultano Haji Hassanal Bolkiah, uno dei leader più ricchi del mondo. Se in Italia sul congresso sulle famiglie di Verona e in Francia sulle Sentinelle e la Manif c’è stata grancassa mediatica, sul sultano nessuna personalità si è mossa. Uniche eccezioni George Clooney, che...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.