In Siria è rimasto il due per cento di cristiani. L’Inghilterra si rifiuta di aiutarli

Giulio Meotti

Reporter:

Giulio Meotti

2

01/02/2019

Roma. Asia Bibi, la donna cristiana reduce da un calvario di dieci anni nel braccio della morte in Pakistan a causa della propria fede, alla fine potrà rifarsi una vita in Canada, dove si trovano già le due figlie, dopo che la Corte suprema del suo paese l’ha definitivamente prosciolta da ogni accusa di “blasfemia”. Per il suo passato coloniale in Pakistan, per la lingua inglese e per la presenza di una copiosa diaspora pachistana, l’Inghilterra costituiva una delle destinazioni...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.