“Il mio Abruzzo antipopulista”. Parla Legnini, che vuole l’autonomia

105

01/02/2019

Roma. Stringe le ultime mani degli imprenditori teramani appena incontrati, e subito s’infila in macchina. Ha già affrontato un dibattito in tv con gli altri candidati, ora si dirige verso la Marsica dove si fermerà al cimitero di Celano per ricordare le vittime cadute per la difesa dei diritti dei lavoratori. “Ritmi da campagna elettorale”, sorride, a meno di dieci giorni dalle elezioni che decideranno chi sarà il nuovo governatore dell’Abruzzo. “Del resto, io non mi giovo delle passerelle propagandistiche...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.