Dal revenge porn al rito abbreviato, le urgenze del giustizialismo show

Perché certi reati emozionano, ma le società che hackerano i nostri dati (lavorando per le procure) no? Una politica malata

Reporter:

Annalisa Chirico

3

04/04/2019

Roma. Per comprendere l’approccio della politica nostrana alle cose giudiziarie, si osservino i fatti degli ultimi giorni. Mentre i pm napoletani scoperchiano il vaso di Pandora delle presunte malefatte imputate ad alcune aziende incaricate dallo stato di intercettare le utenze telefoniche di migliaia di ignari cittadini, il tema sul quale i deputati scoprono una sorprendente unanimità (461 voti a favore, zero i contrari) è il porno, o meglio la cosiddetta “revenge porn”. Detto così, suona strano: riproviamo. Mentre i magistrati...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.