Speriamo che non pubblichino i messaggi, che ridicola speranza

La protezione dei bambini arriva fino a dove comincia la morbosità per la storia di Prato

Annalena Benini

Reporter:

Annalena Benini

5

29/03/2019

D al primo giorno in cui sui giornali è uscita la vicenda della donna di Prato e del ragazzino di (allora) tredici anni da cui ha avuto un figlio, ho pensato: speriamo che non pubblichino i messaggi. Purtroppo avevo letto, tutti avevamo letto, che c’erano molti messaggi. Speriamo che non pubblichino i messaggi, ci sono i bambini di mezzo, c’è un neonato, c’è un bambino di undici anni, c’è un ragazzo di quindici, c’è una donna e c’è un marito...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.