cerca

I tormenti del Labor israeliano che sa dire solo no e non trova un’offerta elettorale nuova

29 Marzo 2019 alle 08:21

Nei sondaggi per il voto del 9 aprile, la sinistra è in affanno. Perde elettori di centro, non convince sui temi sociali e nemmeno sulla sicurezza

C’ erano le bandiere d’Israele, i fiori, i sorrisi del giorno di festa. I sostenitori del Labor israeliano hanno votato a febbraio in tutto il paese alle primarie, e gli stessi vertici del partito sono rimasti stupiti dall’alta affluenza, al 56 per cento. “Il Labor sarà la sorpresa” delle elezioni anticipate del 9 aprile, ha detto pochi giorni dopo il leader, Avi Gabbay. Il timore di molti nei ranghi della sinistra israeliana è che la “sorpresa” non vada però nella...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

7

29/03/2019

Articolo Successivo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi