Piccola Posta

2

28/03/2019

La nostra civiltà e soprattutto la nostra letteratura non sarebbe esistita senza l’idea di destino. Ce ne siamo via via allontanati con il povero surrogato dei disegni della provvidenza, o col gusto curioso e un po’ superstizioso per le coincidenze. L’islam dipende più fortemente dal fatalismo della imperscrutabile volontà di Allah. Poiché il destino è un corto circuito fra l’inizio e la fine e riconosce l’una nell’altro, la cronaca si premura di fornire esempi impressionanti. Nella strage di Christchurch sono...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.