Mai dire centro

Reporter:

Fabio Massa

6

28/03/2019

Si avvicinano le Europee e il centro ribolle, accerchiato. Senza una roccaforte, senza una casa, dopo il fallimento di tutte le sigle e siglette. Così, nelle due partite che si approssimano, e mentre Salvini fa il pieno di voto cattolico tra le famiglie di Verona, i cattolici si dividono, e il percorso si ripartisce in quattro sentieri. La partita Europee mette di fronte due candidati, nel Nord-ovest, che si vogliono richiamare all’esperienza di Comunione e liberazione. Il primo è Massimiliano...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.