cerca

Parliamo di Oyub Titiev

22 Marzo 2019 alle 12:32

Un attivista imprigionato in Cecenia è la nuova vittima del regime di Kadyrov

Non occorre una laurea in Giurisprudenza per capire che questo processo è un’assurdità”, ha detto Oyub Titiev. Il processo è quello contro di lui, attivista per i diritti umani, presidente dell’associazione Memorial, sessantuno anni. E’ stato arrestato, con l’accusa di essere in possesso di droga, il 9 gennaio del 2018, in circostanze strane: la polizia lo ha fermato e poi ha gettato dentro la sua automobile un sacchettino di marijuana. Per nove anni Titiev è stato a capo di una...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

3

20/03/2019

Articolo Successivo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi