cerca

22 Marzo 2019 alle 12:32

di Luca Fiore La fotografia di Letizia Battaglia ha un che di selvaggio. Entra nel nostro occhio come una trave. Il suo bianco e nero è contrastato dalla luce abbacinante della sua Palermo. Un effetto estetico che ricade sulla sfera dei significati. Storie di morti ammazzati, ritratti a sangue ancora caldo (Piersanti Mattarella), o prefigurazioni di fini violente (Pier Paolo Pasolini). Una fotografia bianco-bianco nero-nero, dove i grigi, che pur ci sono, sembrano non farsi notare. Duecento scatti, diversi dei...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

6

20/03/2019

Articolo Successivo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi