cerca

Perché la risposta del governo ai rilievi europei è un boomerang per l’Italia

21 Novembre 2018 alle 10:24

Perché la risposta del governo ai rilievi europei   è un boomerang per l’Italia

Nouy: “Dita incrociate per voi”

Roma. Al culmine di una giornata di tensione sulla giostra dei mercati finanziari, con lo spread che ha toccato i 336 punti per poi chiudere a 326, arrivano commenti molto preoccupati da Francoforte. Danièle Nouy, capo della vigilanza della Bce, dopo aver ricordato il precedente della Grecia, dice che “sarebbe molto triste se le banche italiane venissero colpite dalle conseguenze del dibattito politico”. Concludendo con un poco rassicurante: “Incrociamo le dita”. A farle eco il suo successore e attuale presidente...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

1

21/11/2018

Articolo Successivo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi