cerca

Interpol in mano ai regimi

21 Novembre 2018 alle 10:24

Dopo la figuraccia cinese, la polizia internazionale potrebbe nominare un russo

Eravamo rimasti a Meng Hongwei, il primo presidente dell’Interpol di nazionalità cinese, applaudito come rappresentante di una Cina capace di prendersi sulle spalle alte responsabilità internazionali, e poi caduto in disgrazia in un modo ben poco responsabile. Il mese scorso, Meng uscì dalle grazie del regime comunista cinese, per ragioni ancora sconosciute, e da un giorno all’altro sparì dalla circolazione, mentre si trovava in Cina. Poco dopo il primo poliziotto del mondo riapparve in stato di prigionia, con Pechino che...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

3

21/11/2018

Articolo Successivo

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi