Rosa Parks a Parigi. Sugli autobus gli islamisti discriminano le donne

Giulio Meotti

Reporter:

Giulio Meotti

2

22/06/2019

Roma. Due anni fa, un servizio dell’emittente France 2 denunciò la scomparsa della presenza femminile dai bar dei quartieri francesi a maggioranza islamica. Nadia Remadna e Aziza Sayah, due attiviste del gruppo Brigade des Mères, entrarono in un caffè del sobborgo parigino di Sevran. “E’ meglio aspettare fuori. Ci sono uomini qui dentro, in questo bar non c’è eterogeneità”, dice loro un cliente. Un altro: “In questo caffè non c’è promiscuità. Siamo a Sevran e non a Parigi. Qui c’è...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.