La Francia s’è desta dal torpore

Finkielkraut, l’assalto islamista e l’uccisione di Mireille Knoll. Cosa scrive il Figaro 

16 Aprile 2018 alle 16:53

La Francia s’è desta dal torpore

Una manifestazione a Parigi in memoria di Mireille Knoll. Foto LaPresse

Negli ultimi tragici eventi in Francia, Alain Finkielkraut ha rilevato due punti di luce: il fatto che con Arnaud Beltrame la Francia ha trovato un modello contro la barbarie e il segnale che possa finalmente aprire gli occhi sul “nuovo antisemitismo”. Il filosofo evoca la figura eroica del poliziotto e il tragico destino di Mireille Knoll. “L’atto di Arnaud Beltrame è eroico, ma oserei dire non solo. Nella speranza di neutralizzare il terrorista, ha preso il posto di un ostaggio, che mostra un coraggio raro e un’auto-negazione eccezionale. Spingendo l’altruismo a fare la scelta di rischiare di morire per l’altro, è molto esattamente, dice Lévinas, la definizione di santità. C’è qualcosa di comune tra il tenente colonnello della gendarmeria francese e Massimiliano Kolbe, il sacerdote polacco di Auschwitz che prese il posto di un padre di famiglia scelto con altri nove prigionieri per essere detenuto e ucciso in rappresaglia per una fuga”.

  

 

L’antisemitismo in Francia fermenta: assassinata un’ebrea scampata alla Shoah

Mireille Knoll "è stata pugnalata a morte undici volte da un vicino musulmano che conosceva bene". Cento intellò contro il “totalitarismo islamista”

 

Secondo Finkielkraut, si era imposta finora l’idea che “nessuna gerarchia era legittima, che nulla fosse superiore a nulla, che tutte le pratiche fossero uguali, che nessuna scelta di vita fosse preferibile a un’altra. “L’atto di Arnaud Beltrame ripristina momentaneamente il senso di altezza. La confusione nichilistica svanisce. Gli attacchi di Carcassonne e Trèbes ci hanno storditi, ma per la prima volta nella storia del terrorismo islamista in Francia, l’ammirazione prevale sul terrore. Mentre nessuno ricorda il nome dell’assassino, quello del salvatore è inscritto nella memoria nazionale. Questa non è la fine della guerra, ma è già una vittoria”. E ancora: “La nozione di stato di diritto sta diventando sempre più il fattore di una forma di impotenza di fronte al terrorismo. Il periodo in cui ci obbliga a rivedere la nostra filosofia del diritto, vale a dire, in alcuni casi, a dare la precedenza alla sicurezza sulle nostre libertà civili? Come sappiamo da Hobbes, il diritto alla sicurezza è il primo diritto umano. Quando si viene attaccati, si deve sapere come difendersi e io non vedo ancora come possa essere liberticida togliere la nazionalità ai detentori del doppio passaporto che pianificano di uccidere i francesi per punirli di essere francesi”. La morte di Mireille Knoll ha causato una profonda emozione in tutto il paese. “Il nuovo antisemitismo prende il posto del vecchio e finisce il lavoro. Gli ebrei dell’Île-de-France si stanno muovendo in massa perché non sono più al sicuro. Nato quattro anni dopo la Seconda guerra mondiale, credevo che gli ebrei sarebbero stati protetti dal ricordo di Auschwitz. Ero sicuro, come Bernanos, che Hitler avesse per sempre disonorato l’antisemitismo”.

 

  

Il lutto di Parigi e i simboli della ragione

L’eroe cristiano Arnaud e Mireille l’ebrea. Una città-foresta tra l’odio jihadista, l’amore, il sacrificio e la decenza. Il servizio patriottico. La forza di Macron e la resistenza al “relativismo rassegnato”. Un po’ di smarrimento

 

Finkielkraut è contro l’idea di escludere destra e sinistra estreme. “Io combatto le idee del Fronte nazionale e non potrò mai dimenticare le parole indegne di Mélenchon sui presunti contatti di Manuel Valls con l’estrema destra israeliana, ma Mélenchon ha fatto alla Camera un bellissimo omaggio a Arnaud Beltrame”. L’islamismo va combattuto. “L’assas-sino viveva Ozanam, un quartiere di Carcassonne dove i giornalisti non possono entrare e dove la polizia è accolta da insulti e lanci di pietra. Elisabeth Badinter ha ragione: ‘Una seconda società si è insidiosamente creata all’interno della nostra Repubblica’. Non possiamo tollerare questa frattura francese”.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi