cerca

L'ora di religione

La coerenza intellettuale, il fatto culturale. Ma sento il tempo volare via e ho più bisogno di sentirmi felice

27 Dicembre 2019 alle 10:56

L'ora di religione

(foto Unsplash)

Sai che dobbiamo cambiare il nome a un compagno di classe? dice mia figlia. La guardo perplessa. Sì, come Dio ha fatto con Abramo, dice ancora. Abramo, Isacco, poi Mosè che piccolo piccolo lo hanno messo in una cesta sul fiume. E poi quando è diventato grande ha aperto le acque del mare, hai presente? Lui e i suoi amici ci sono passati in mezzo, senza bagnarsi neanche un po'. Una magia. Secondo te c’è il trucco?   Parla, mia...

Accedi per continuare a leggere

Se hai un abbonamento, ACCEDI.

Altrimenti, scopri l'abbonamento su misura per te tra le nostre soluzioni.

Gaia Manzini

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Commenti all'articolo

  • eleonid

    29 Dicembre 2019 - 08:12

    La religione è conseguenza della fede. Non ti accorgi di averla fino a quando scopri che non c'è nessuno e niente sulla terra che potrà farti sentire sicuro come quel senso innaturale che ti proviene pensando che c'è Dio nel tuo cuore a proteggerti.

    Report

    Rispondi

Servizi