cerca

L’orribile “inoltrato”

Guia Soncini e l’imbranataggine dei maschi con privacy e cellulari

1 Febbraio 2019 alle 12:26

L’orribile “inoltrato”

Cara Annalena, avere un ex fidanzato vivo può essere un problema, a meno che tu non sia Elisa Isoardi e riesca a trasformare il problema in opportunità. Ho visto che è riuscita a farsi dare una copertina di rotocalco con la sola forza della notizia “non dormiva”: hanno quindi sbagliato tutti quelli che hanno descritto il suo autoscatto come una roba in cui lei sporgeva la clavicola e Salvini dormiva inconsapevole, era quindi sveglio e le stava sbavando addosso e ha lasciato che lei ne conservasse le prove con cui dileggiarlo a mezzo stampa. Un po’ come quell’altro, Casalino, che manda in giro messaggi vocali e non si chiede come mai ogni sua chat sia piena della dicitura “inoltrato”, e quante migliaia di persone ascoltino il suo riconoscibilissimo timbro, e che imprevedibile mistero sia il fatto che ogni tanto la trascrizione finisca sui giornali. I maschi della nostra generazione sono imbranati con la privacy e i cellulari come neanche i nostri nonni. Non oso pensare con che facilità i figli li truffino col registro elettronico, altro che la fatica di noialtre per falsificare le firme.

Guia Soncini

   

Cara Guia, non pensi che ricevere qualcosa con dicitura “inoltrato” sia lesivo della dignità umana? Mi fa sentire così di seconda scelta, una a cui per pietà è stato mandato un vocale, una foto, un messaggio, tutta roba già ricevuta da altri. Nessuno aveva pensato a me per prima. Per favore, siate meno imbranati, non è difficile: fingete sempre che non sia mai un inoltro.

Più Visti

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi