cerca

I Dominatori dell'Universo, il futuro di Mogadiscio e Borg vs McEnroe. Di cosa parlare questo weekend

Un grande tema di dibattito spiegato bene, qualche lettura da non perdere, un video e vecchie storie che riaffiorano dal passato. Bastano pochi link per rendere speciale il fine settimana…

4 Novembre 2017 alle 06:14

I Dominatori dell'Universo, il futuro di Mogadiscio e Borg vs McEnroe. Di cosa parlare questo weekend

Dai documenti della Cia spunta una foto di Hitler in Sudamerica. Con la maglia della Lazio…” #sischerza

@Rego_tweet

 


 

I Dominatori dell'Universo

I risultati dei giganti del web nel terzo trimestre del 2017 sono stati ottimi. E la crescita esponenziale dei loro fatturati non è una novità, ma un fattore strutturale da ormai un decennio. Chi fermerà l’espansione di queste imprese con sede negli Usa? Già, bella domanda. Qui di seguito alcune letture per capire come hanno fatto Facebook, Google e compagnia cantando ad assicurarsi il quasi monopolio di alcuni elementi chiave delle democrazie occidentali.

L’algoritmo è innocente. Facebook e Google no. L’imprevedibilità dei procedimenti di calcolo è diventato il grande alibi delle aziende tech. Ma questo non le solleva dalle loro responsabilità.

Perché lo scandalo russo della Silicon Valley mostra che la dittatura dei clic è la tomba della democrazia.

Più in generale, i social media minacciano davvero la democrazia? Di certo, qualcosa nel rapporto con la politica è andato storto. Lo racconta bene l’Economist. E ancora. Big Tech e Amazon sono già diventati troppo potenti per farne uno spezzatino a prova di monopolio? Questa volta se lo chiede l’Ft.

Che poi, il più grande punto debole di Big Tech è anche il suo più grande punto di forza. Nel senso che a Bruxelles temono che alcuni gruppi politici abbiano usato queste piattaforme per influenzare le recenti elezioni (in Occidente e non solo).

Infine quindici cose che abbiamo imparato dall’audizione al Senato Usa dei giganti tech di Silicon Valley (non solo Russiagate, ovviamente).

 


  

Da non perdere

La crisi catalana ha già prodotto conseguenze. Nella società si sono polarizzate le posizioni tra chi è favorevole all’indipendenza o all’unità nazionale. Intanto l’incertezza politica nuoce all’economia. Tornare alla normalità non sarà facile.

Il futuro di Mogadiscio (e soprattutto del gruppo jihadista africano Al Shabaab) dopo i recenti, devastanti, attacchi terroristici.

Se desiderate qualcosa di Burberry, è merito di questo stilista. Come Christopher Bailey – che ora lascia dopo 17 anni – ha trasformato un marchio decaduto di impermeabili in un’azienda di lusso.

In che modo la Cina ha di fatto inghiottito il WTO. Gli Stati Uniti hanno contribuito a crearlo per facilitare il commercio globale e integrare una Cina in ascesa. Invece l’Organizzazione è diventata un campo di battaglia per feroci rivalità nazionali.

Dieci modi per sconfiggere il climate change, raccolti da Nicholas Newman.

Borg contro McEnroe, la sfida leggendaria che ha cambiato il tennis. Per sempre!

 


 

Vecchie storie

Uscita di sicurezza. Il lunghissimo saggio con cui Ignazio Silone racconta la sua drammatica uscita dal Partito Comunista negli anni Trenta.

Questo libro su com’era fare il chirurgo nell’Ottocento ti darà i brividi. “L’assistente è morto di cancrena, il paziente anche, e lo spettatore di paura. Percentuale di mortalità: 300 percento…”

Torna a casa, Laika. Sessanta anni dal sacrificio della cagnetta russa, il primo animale lanciato in orbita attorno alla Terra.

 


 

Guarda questo

In che modo Bot e Troll russi hanno invaso le nostre vite (elettorali), nell’interessante video del Nyt…

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi