La paratona di Donnarumma e il ritorno dello 0-0

A San Siro Milik ha guardato Gigio con la faccia dell’esorcista con la croce in mano, mentre su cinque campi su dieci nessuno ha segnato

17 Aprile 2018 alle 11:57

La paratona di San Siro

Se un uomo pesante cade fa più rumore. Questo di solito. Ma a San Siro non è successo. Donnarumma è precipitato in basso con la gravità del piombo ma è finito a terra con la leggerezza di una piuma e, come tale, si è adagiato sul prato nel silenzio. Milik lo ha guardato con la faccia dell’esorcista con la croce in mano. In pochi istanti il portiere gigante con la testa di un bambino, si era flesso, sbilanciato dalla parte giusta e poi, spingendo con forza sulle gambe, allungato come un treno sulla ferrovia. Kyrie eleison, Gigio.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi