cerca

Napolitano lui, poveretti noi.

15 Maggio 2014 alle 16:33

Dopo la testimonianza di Geithner, l'ennesima e concorde attestante ingerenze straniere per far cadere un governo italiano democraticamente eletto, tutto quello che trova da dire Napolitano (lasciamo perdere la magistratura, tanto quella non credo indagherà mai, quantomeno non a favore della parte politica danneggiata nello specifico)è: io non c'entro. Mettiamo anche di voler evitare, trattendendomi a stento, commenti a quella innocenza autoproclamata. Il problema è: ma davvero il garante dell'unità nazionale, il nostro rappresentante più alto, davanti a fatti e prove che sono da alto tradimento per chi li avesse commessi da italiano e da rottura delle relazioni diplomatiche per la parte straniera tutto quello che trova da dire è io non c'entro?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi