cerca

Non si può aiutare chi non lo chiede concretamente

14 Maggio 2014 alle 18:07

Alfano da Lampedusa, prima ancora della visita di Papa Francesco, ha invocato l'aiuto e l'intervento diretto dell'Europa sull'invasione delle coste sicule da parte delle popolazioni africane, affermando che noi siamo solo il confine del continente antico. Se qualcuno mi volesse spiegare allora perché noi tratteniamo coattivamente in condizioni precarie, per noi però molto costose, delle persone che vorrebbero andare in altri paesi e sono di solo di passaggio, limitando altresì la loro libertà di circolazione, pagherei per questa informazione. Tuttavia leggo sul Foglio il portavoce del commissario Malmstrom affermare: "Abbiamo chiesto a Roma cosa le servisse ma non ci ha mai risposto." Questa affermazione è terrificante; forse il ministro Alfano non è in grado di quantificare gli aiuti vista l'imprevedibilità dei flussi? Magari ci vuole troppo lavoro per approntare vari progetti di fattibilità da farsi finanziare? Oppure i politici ormai sono talmente presi dalle dichiarazioni alla stampa, pronunciando sovente un compitino imparato a memoria, o dai salotti televisivi, da non aver più materialmente il tempo di lavorare, di produrre, di realizzare i progetti annunciati?

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi