cerca

La carne dell'Europa

12 Maggio 2014 alle 17:00

Dal capolavoro di Curzio Malaparte "La pelle": "Che ne possono sapere dell'Europa gli Alleati sbarcati a Salerno? Credono forse che ci siano dei bambini in Europa? che ci siano ancora dei padri, delle madri, dei figli, dei fratelli, delle sorelle? Un mucchio di carne marcia, ecco quel che troverete in Europa, quando l'avrete liberata. Nessuno vuol che si dica, nessuno vuol sentirselo dire, ma è la verità. ecco che cosa è l'Europa, ormai: un mucchio di carne marcia...."Una volta si soffriva la fame, la tortura, i patimenti più terribili, si uccideva e si moriva, si soffriva e si faceva soffrire per salvare l'anima, per salvare la propria anima e quella degli altri. Si era capaci di tutte le grandezze e di tutte le infamie per salvare l'anima. Non la propria anima, ma anche quella degli altri. Oggi si soffre e si fa soffrire, si uccide e si muore, si compiono cose meravigliose e cose orrende, non già per salvare la propria anima, ma per salvare la propria pelle. Si crede di lottare e soffrire per la propria anima, ma in realtà si soffre e si lotta per la propria pelle, soltanto per la propria pelle. Tutto il resto non conta. Si è eroi per una ben povera cosa, oggi!"

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi