cerca

Traditori o parassiti?

24 Aprile 2014 alle 09:57

Leggo che Sandro Bondi, ultimo, al momento, di una lunga serie, ha deciso di abbandonare Forza Italia e Silvio Berlusconi. Le critiche rivolte al leader di Forza Italia appaiono quanto meno assurde poichè provenienti da uno dei più solerti ed immaginifichi cantori delle gesta berlusconiane. Ma così va il mondo. Anche per tradire e nel tradire ci vogliono uomini che abbiano almeno la statura immorale per farlo. Non è il caso di Bondi. Come non era quello dei vari Cicchito, Schifani, Alfano ecc. ecc. Uomini di seconda o terza fila nella vecchia politica che sono stati portati a ruoli insperati, ed immeritati, da Silvio Berlusconi. E la maggior colpa di Berlusconi stesso è stata quella di fidarsi ed affidarsi ad una schiera di veri, onnivori parassiti. Politologi, sondaggisti ed opinionisti, cioè quasi la metà della popolazione italiana, dicono che Berlusconi opererà il solito miracolo della moltiplicazione dei pani e dei pesci. Dei voti cioè. Io non n sono convinta. Le condizioni di Berlusconi sono mutate. Credeva di avere dei compagni politici e si è visto abbandonare. Sulla sua persona pesano le sentenze della Magistratura, il livore che ancora suscita nei tanti nemici che , comunque , lo temono ed il dover giocare la partita delle elezioni mezzo ingabbiato in regole non semplici . Spero che Berlusconi riesca a mantenere la seconda posizione come partito. L'idea che il mefitico Grillo lo sorpassi è sconvolgente. Ma questo è un paese di pazzi, dove l'assurdo è regola ed il buonsenso non esiste più.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi