cerca

Roma e decentramento

24 Aprile 2014 alle 16:30

Caro direttore, stiamo assistendo a una sovrapposizione strutturale di fatto sempre più marcata di Roma capitale dello Stato italiano e centro del cattolicesimo. Con la grande popolarità di Papa Francesco la seconda funzione è destinata ad ampliarsi nel tempo, determinando a un certo momento non lontano, l'impossibilità pratica per la città di sopportare il peso dei due tipi di attività concomitanti nel tempo. La consacrazione il 27 corrente di due grandi figure di pontefici faranno affluire a Roma tre milioni di fedeli, provenienti da tutto il mondo, estimatori di Papa Giovanni XXIII e di Giovanni Paolo II. Questo ulteriore motivo è determinante al fine di scongiurare il collasso verso cui Roma è incamminata a grandi passi.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi