cerca

The walking dead

17 Aprile 2014 alle 16:00

Non sopporto Beppe Grillo. Era un comico. Oggi è un agitatore urlante ed insultante. Fa presa sui tanti che, giustamente frustrati dalla situazione attuale, ormai sentono solo pulsioni di rancore verso il mondo che li circonda. Grillo ha offeso tutti. Da Napolitano, ai politici tutti, alla memoria degli ebrei ecc. Pur di ottenere visibilità parla e straparla ruota libera. In altri tempi sarebbe stato denunciato per offesa al Capo dello Stato. Ha sulla coscienza tre morti. E fa la morale a tutti. Questa mattina Maria Teresa Meli ha detto che "parlare di Grillo le provoca conati". Concordo. Mi chiedo come mai tutti, o quasi, i giornalisti non prendano una posizione a fronte dei furibondi insulti che Grillo rivolge loro. Parlano del dovere di cronaca e d'informazione. Sarà. Io li vedo rincorrere il "niente" Grillo con una solerte gentilezza che mi lascia basita. Ecco forse Grillo ha ragione quando li definisce walking dead. Di vivo non hanno più nemmeno la dignità.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi