cerca

De profundis

9 Aprile 2014 alle 14:30

Mea culpa: sono un cristiano triste, di quelli che non servono a nulla; di quelli che - differenza di atei e non cristiani - non meritano cure nell'ospedale da campo, potendo assumere solo le vesti di infermieri, oppure - se non ci riescono - risultano molesti e dannosi, farisei, sepolcri imbiancati. Il mio peccato imperdonabile? Dedicarmi alla famiglia, cercare di non far del male agli altri, ma non voler "uscire". Ma "Uscire" nel mondo per trovare cosa? Per trovare un mondo che ormai - molto più che in passato, anche nell'antichità - disprezza e calpesta sistematicamente tutti quei valori (sia cristiani che religiosi) in nome dei quali vengo invitato ad uscire? Un mondo di certo disposto a incassare quello che i cristiani danno ma che sotto sotto continua disperezzarli! Parrocchie fatte di fedeli che sempre più spesso pensano che la chiesa serva solo a far del bene all'uomo e che forse neppure è così essenziale che Cristo sia davvero resuscitato? Siamo sinceri: in occidente, chi vuole professarsi cristiano fedele alla tradizione ed "esce" verso il mondo non trova alcuna gioia ma la prospettiva del "martirio morale" rappresentato dell'isolamento della sensazione di frustrazione e fallimento che deriva dalla consapevolezza che quello che il mondo ormai vuole dalla chiesa (e che anche molti degli stessi fedeli vogliono) è il pane gratis, mentre Dio, la fede, la salvezza eterna, la liturgia sono optional ed orpelli, che vanno bene giusto per convincere i meno intelligenti come me. E qui arriviamo al punto: il martirio si può accettare (e comunque chiedere) solo in nome di idee forti che si considerano infallibilmente vere e giuste. Ed invece neppure questo: nessun giudizio per i non cristiani in nome di un perdono universale che somiglia così tanto all'indifferente tolleranza predicata dalla religione laica della modernità. In compenso, sia anatema per tutti i fedeli "non allineati", che però forse sono solo "disorientati". Un poco di pietà anche per noi, Santità.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi