cerca

Le battaglie e la guerra

7 Aprile 2014 alle 17:25

Non sarà certamente un dramma perdere eventualmente le elezioni europee. Cercare di evitarlo, fra l’altro con scarse possibilità di successo, mandando all’aria l’accordo con Renzi sulle riforme (altro è proporre delle modifiche in modo costruttivo e per evitare sopraffazioni) mi sembra un suicidio politico e rischia seriamente di compromettere il ruolo molto positivo svolto finora da Berlusconi per contribuire a vincere la ben più importante guerra per dare all’Italia un assetto istituzionale in grado di far “marciare” il paese in modo spedito. Ed è già un successo aver concorso a creare un clima politico che ha consentito di mettere la sordina ai vecchi apparati dei partiti (in particolare del PD), a far emergere una classe dirigente non più schiava di ideologismi massimalistici e a sostituire il confronto all’insulto e all’invettiva. Vanificare questa svolta nella società italiana sarebbe davvero folle e ci riporterebbe indietro, metaforicamente, di secoli, anche se sono passati pochi mesi o giorni. Spero che prevalga il buon senso e che l’ex cavaliere e i suoi abbiano sufficiente lungimiranza e senso dello stato. Solo in queste condizioni si potrà tentare di liberare il leader di Forza Italia dai vincoli cautelari cui e costretto a suon di voti.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi