cerca

Forza uomini

1 Aprile 2014 alle 18:00

Camillo Langone, uno che fulmina le penombre dei cattolici che vogliono abbassare l'asticella della proposta di vita della chiesa, pone una questione fondamentale: come siamo finiti per adorare gli animali e disprezzare gli uomini? Come siamo finiti per dare all'uomo la "sacralità" dell'animale e all'animale la sacralità dell'uomo? Io rispetto gli animali e proprio per questo non dirò mai a un cane "amorino vieni da paparino" (a proposito, ma per loro non vale genitorino 1 e genitorino 2 ?) Ad un cane si dice "sitz" o "attacca". A un gatto non si dice niente. E' uno che si fa i cazzi suoi. Non ricordo di aver mai maltrattato gli animali, a parte da piccolo, in Germania, quando bruciavo le formiche con l'aiuto del sole e della lente d'ingrandimento e qualche volta davo la caccia a conigli e uccelli con la fionda. Ho una gatta e, ahimè...si chiama Camilla, ma per amore a Camillo da oggi la chiamerò semplicemente Katze !

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi