cerca

Sulla profanazione del Sacro Cuore a Parigi

25 Marzo 2014 alle 19:30

La violenza che in tutto il mondo colpisce la cristianità sta velocemente arrivando da noi. Non vi è alcuna reazione, se non quella di minimizzare, non vedere, chiarire che "il problema è un altro...". Chi ci guida ha scelto la via di un generico dialogo, inconcludente e in grado solo di mettere in evidenza la nostra debolezza, la nostra indifferenza nell'abdicare ai nostri valori fondanti. E quando dalle urne esce una risposta come quella dei francesi alle amministrative, qual'è la reazione ufficiale?: " si tratta di populismo"....populismo! Siamo quello che siamo perché abbiamo tradizioni e cultura che ci tramandiamo. Ricordo il pensiero di Croce che spiegava "perché non possiamo non dirci Cristiani (per favore, dimentichiamo quel minus habens di Odifreddi) Se perdiamo tutto ciò non resta nulla, se non un cumulo di macerie.

Lascia il tuo commento

Condividi le tue opinioni su Il Foglio

Caratteri rimanenti: 1000

Servizi